Tecniche Trapianto Capelli

La cura e la chirurgia della calvizie sono legate al grado di perdita dei capelli, al tipo di situazione locale dell’area donatrice, alle aspettative del paziente.

Non esiste quindi una terapia chirurgica che possa essere valida per tutte le situazioni.

Due sono le tecniche più all’avanguardia oggi a nostra disposizione sono la Tecnica FUE e la Tecnica FUT

Trapianto Capelli FUT

(Follicular Unit Transplantation)

Questa Tecnica si avvale del prelievo di una striscia di cuoio capelluto asportata dalla regione occipitale, area donatrice ideale perché non soggetta alle influenze ormonali che favoriscono la caduta dei capelli.

La zona donatrice viene suturata con una tecnica particolare che, rispettando l’angolo di crescita dei capelli, lascia una cicatrice lineare sottilissima (circa 1 mm.) facilmente camuffabile e spesso introvabile. (Cicatrice estetica con sutura tricofitica)

La striscia di cuoio capelluto appena prelevata viene “lavorata” da personale altamente specializzato, che mediante l’ausilio di stereomicroscopi ottici, provvede alla suddivisione del reperto in migliaia di unità follicolari da 1,2,3 o 4 bulbi. Gli innesti cosi’ ottenuti vengono quindi contati ed allineati a seconda della loro grandezza e forniti al chirurgo che provvede a trapiantarli nelle apposite microincisioni praticate nell’area ricevente.

Trapianto Capelli FUE

( Follicular Unit Extraction )

Questa tecnica è considerata minimamente invasiva per il Trapianto Capelli, perché non prevede l’utilizzo di losanghe di cuoio capelluto prelevate dalla regione nucale. Per il Trapianto Capelli con tecnica FUE è necessario rasare i capelli completamente sino alla radice e spesso ciò non viene accettato di buon grado soprattutto nel sesso femminile.
Questa tecnica inoltre, più lenta della precedente, ha lo svantaggio di non permettere un grosso numero di innesti nell’unità di tempo. La tecnica FUE lascia delle cicatrici puntiformi che possono essere notate unicamente ad una attenta osservazione. Dall’ area donatrice ( occipitale e parietale ) si estraggono, con uno speciale strumento di 0,8/0,9/1,0 mm le unità follicolari con tecnica poco traumatica.

I forellini generati dal microbisturi per l’estrazione dei follicoli si richiudono da soli senza bisogno di punti in pochi giorni determinando migliaia di micro-cicatrici biancastre di un millimetro nella zona donatrice.

I follicoli vengono subito trapiantati nella zona ricevente con speciali strumenti di impianto. La FUE è particolarmente indicata nei pazienti con alopecia in piccole aree o per regioni estetiche limitate quali le sopracciglia, le ciglia, i baffi; nei pazienti con insufficiente elasticità del cuoio capelluto per l’escissione di una striscia; nei pazienti che tendono a formare cicatrici ampie o ispessite o cheloidee; quando il corpo o la barba fungono da aree donatrici.

Le Tecniche del Trapianto Capelli FUT e FUE possono essere utilizzate oltremodo in combinazione, al fine di aumentare la capacità della zona donatrice ed estrarre più innesti.

Gli interventi vengono eseguiti in sala operatoria in anestesia locale più una leggera sedazione praticata da un anestesista che sarà presente in tutte le fasi dell’intervento per consentire di affrontare la procedura con la massima serenità.

A fine intervento il paziente non avrà né turbanti né medicazioni,viene fatto accomodare in una stanza di riposo, e dopo il nulla-osta dell’anestesista può andare a casa.

Il giorno dopo viene fatto uno shampoo dal personale specializzato e vengono ricontrollati tutti gli innesti, vengono anche date indicazioni ed istruzioni sui trattamenti di pulizia domiciliari.

Ogni 3-4 giorni viene consigliato un delicato shampoo di pulizia da effettuare o a casa o nel centro tricologico.
Dopo 12 giorni circa vengono rimossi i punti nella zona donatrice dal chirurgo.

I capelli trapiantati cominceranno a spuntare dopo circa 3 mesi, cresceranno circa 1 cm. al mese, e dopo 6-8 mesi saranno cresciuti all’80%. Dopo un anno si avrà il risultato definitivo.

Il risultato di un trapianto si può apprezzare solo dopo alcuni mesi, quando i bulbi innestati hanno prodotto i capelli; la densità, talvolta limitata, può richiedere ulteriori interventi di infoltimento, poichè la calvizie androgenetica è un processo progressivo che non può essere arrestato da un intervento chirurgico.
Le controindicazioni relative sono l’età avanzata o troppo giovanile, il diabete, patologie sistemiche, cardiologiche o locali del cuoio capelluto.

CONTATTI

  • info@trapiantocapelliroma.it

ORARI VISITE

Lunedi09:00 – 17:00
Mercoledi09:00 – 18:00
Sabato10:00 – 14:00

TRAPIANTO CAPELLI ROMA

Prenota un Appuntamento

La richiesta di prenotazione sarà valutata dalla segreteria di Trapianto Capelli Roma in base al calendario degli appuntamenti.

PRENOTA
2011-12-28T22:28:26+00:00