Impianto degli Innesti

Nel complesso intervento di trapianto di capelli (annoverato tra i più perfezionati interventi di chirurgia plastica) assume particolare importanza la fase dell’impianto o posizionamento degli innesti.

E’ del tutto evidente che quanto più piccolo è l’innesto tanto maggiori sono le difficoltà.

Per assicurare un buon ritmo di lavoro e contestualmente un soddisfacente risultato occorre un continuo allenamento e affiatamento da parte degli operatori.

Le incisioni nei siti recettori sono orientate rispettando il senso naturale della crescita dei capelli, con una direzione anteriore e angolo di attacco di circa 30°-45° nella regione frontale ed anteriore, di circa 15-20° verso il basso nelle regioni laterali e nelle basette.

La dimensione delle incisioni nei siti recettori è in funzione di quella degli innesti che si prevede di inserire.

Gli innesti una volta posizionati, sono mantenuti in sede dalla pressione esercitata dai margini cutanei dell’incisione e dalla fibrina.

Normalmente quello dell’impianto è un lavoro di coppia che richiede abilità e affiatamento.

Un primo operatore con pinze particolari apre la piccola incisione, il secondo vi alloggia l’innesto.

La fase dell’inserimento degli innesti è molto delicata perchè da essa dipende in gran parte la buona riuscita dell’intervento stesso.

Bisogna scegliere i capelli da innestare avendo cura di posizionare in prima fila i più sottili mono- bulbari per poi passare gradualmente ai monobulbari a spessore maggiore dando a tutti la giusta direzione; questo criterio va osservato maggiormente quando ci si trova in presenza di capelli neri o corvini con carnagione bianca, mentre nei pazienti con capelli bianchi,brizzolati o biondi chiari è possibile anche innestare qualche innesto bibulbare nelle prime file.

Negli infoltimenti e nella donna, dove le prime file sono conservate, innestare dei monobulbari non darebbe la necessaria densità per cui si preferisce usare direttamente le unità follicolari da 3-4 capelli od innesti ancora più grandi, in caso di capelli molto chiari o brizzolati.

Talvolta, il sanguinamento alla base dell’innesto può determinarne la fuoriuscita, quindi l’operatore deve tornare sulla zona e reinserire l’innesto praticando una delicata compressione con una garza per qualche minuto.

Per ogni innesto, è necessario verificare sempre la profondità di impianto: un innesto troppo superficiale tende a fuoriuscire , ma un innesto troppo profondo può generare delle microcisti, granulomi da pelo incarnito o antiestetici infundiboli alla base del capello .

Bisogna infine controllare che vi sia un buon orientamento degli innesti nel sito recettore , se ciò non fosse, si renderebbe necessario ruotare l’innesto di un quarto o di mezzo giro.

Quando tutti gli innesti sono in sede, si esegue l’ultimo controllo prima di passare alla medicazione.

Prenota un Appuntamento

La richiesta di prenotazione sarà valutata dalla segreteria di Trapianto Capelli Roma in base al calendario degli appuntamenti.

PRENOTA
2018-03-04T14:44:14+00:00